Arcolegno | INCENTIVI FISCALI
infissi, finestre, falegnameria, legno,
15856
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15856,ajax_fade,page_not_loaded,,side_menu_slide_from_right,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

INCENTIVI FISCALI

65%Interventi mirati all’efficiamento energetico
Per accedere a questa detrazione è necessario che l’edificio risulti esistente e dotato di impianto di riscaldamento. Si può utilizzare per qualsiasi categoria catastale e i nuovi serramenti devono avere determinati requisiti:

  • Delimitare il perimetro del volume riscaldato (non rientrano nella detrazioni infissi in locali non riscaldati);
  • Essere certificati ed avere precisi valori di trasmittanza (isolamento) previsti dalla normativa.

Alla detrazione sono ammesse anche le spese per le strutture accessorie e/o accorpate al serramento.

Il limite massimo per la detrazione fiscale sul risparmio energetico in caso di sostituzione di serramenti è di 60.000€.

Attenzione: la detrazione del 65% delle spese sostenute è valida per interventi fino al fino al 31 dicembre 2016.
Dal 1° gennaio 2017 l’agevolazione sarà invece sostituita con la detrazione fiscale (del 36%) prevista per le spese relative alle ristrutturazioni edilizie.

50%Ristrutturazioni edilizie
Per accedere a questa detrazione è necessario che il lavoro venga effettuato su un edificio esistente e riguarda solo le opere realizzate su abitazioni o parti comuni di edifici residenziali (la presenza o meno del riscaldamento è irrilevante per questo tipo di detrazione).

Si può beneficiare degli incentivi nei seguenti casi:

  • Per la sostituzione di infissi (inclusi i portoni) sulle singole unità abitative è necessario che i nuovi elementi abbiano sagoma, materiali e colori diversi. Nel caso non siano presenti queste caratteristiche, si può valutare se i nuovi serramenti apportino all’abitazione un risparmio energetico e quindi rientrare nella detrazione al 65%.
  • Per la sostituzione di infissi su parti condominiali la detrazione è possibile anche quando si installano serramenti con caratteristiche uguali alle preesistenti.
  • Realizzazioni che prevengono il rischio di effrazione: installazione o sostituzione di grate, porte blindate o rinforzate, tapparelle, saracinesche, serrature, lucchetti, catenacci, spioncini e vetri antisfondamento.

Il limite massimo per la detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie è di 96.000€.

Attenzione: la detrazione del 50% delle spese sostenute è valida per interventi realizzati fino al 31 dicembre 2016.
Dal 1° gennaio 2017 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.

Contattateci, vi daremo tutto il supporto necessario.